Cosa visitare

Edifici di culto:

  1. Chiesa Prepositurale di San Pietro apostolo e Sant’Alessandro martire in Sorisole, secolo XVI. Monumento definibile un vero e proprio museo di arte barocca bergamasca per architettura e decorazioni – Posata la prima pietra dal Vescovo nel 1704 su progetto dell’arch. GianBattista Caniana e particolari del Micheli, fu consacrata dal Vescovo ai Santi Pietro ap. e Alessandro martire il 12 aprile 1739, successivamente sarà abbellita da stucchi, sculture del Fantoni e della bottega fantoniana, di intarsi di Giuseppe Caniana ed altri, coro ligneo di Francesco Antonio Caniana e di Giovanni Sanz, pitture od affreschi del Raggi, del Riccardi, di Vincenzo Angelo Orelli del Picenardi, del Silva, del Cavagna ed altri, di Giuseppe Orelli ed altri, Organo Serassi, portone intagliato dal Cal Carabelli, sacrestia, ecc. È presente la tomba del Preòst sant Don Giovanni Antonio Rubbi.
  2. Vecchia parrocchiale di Sorisole detta San Pedrì (San Pietro in vincoli) sec. XIII-XVII, ecc.;
  3. Parrocchiale di Azzonica, San Giuseppe, sec. XVI con successive integrazioni, ecc.;
  4. Chiesa di Sant’Anna sec. XVII-XVIII, ecc.;
  5. Chiesa sussidiaria della Beata Vergine del Buon Consiglio in Petosino, sec. XVIII-XX, ecc.;
  6. Santuario della Madonna dei Campi, sec. XIII, ecc.;
  7. Chiesa parrocchiale di Petosino “Cristo Pane Vivo”, sec. XXI, ecc.

Altri edifici di pregio storico od architettonico:

  1. Casa ex Calvi nel nucleo storico di Sorisole, sec. XVI-XVII, ecc.;
  2. Palazzo Villa Bacuzzi in Azzonica nel nucleo sec. XVII, ecc.;
  3. Palazzo e comparto ex Mosconi, sec. XIX-XX Via Martiri della libertà, ecc..

Edifici pubblici:

  1. Municipio di Sorisole. In via San Francesco d’Assisi. ex scuole sec. XX, ecc. ,
  2. Scuole di Via Roccoli, realizzate su progetto arch. Regazzoni nel 198   ecc.;
  3. Scuole di Via Tonale, ecc.;
  4. Centro civico di Via Martiri della libertà, ex scuole …;
  5. Centro civico e diurno integrato di Via Piave….

Falesia “Cörna di Marte” Roccia Arrampicata – Sorisole

Sui monti poco sopra Bergamo, ad una decina di chilometri, esiste una bella palestra d’arrampicata situata in un ambiente tranquillo e non molto frequentato posta su un pendio a destra di una valle.
La roccia è un ottimo calcare nemmeno troppo consumato che offre un’arrampicata molto varia, dalle placche tecniche a strapiombi: le difficoltà sono proprio per tutti, dal 4a al 7b, con un’altezza massima di 60m.

Dato che in commercio esiste una guida sulla zona, non posso presentare tutte le vie presenti, ma offro una panoramica su una parte della palestra, in modo da stuzzicare l’interesse ad acquistare la guida e soprattutto ad arrampicare.

Avvicinamento.
Il parcheggio è situato sul fondo una valle, che bisogna risalire fino alla base della parete, posta e sinistra. Quindi seguire il sentiero che sale inizialmente a sinistra della valletta (bolli rossi) per poi arrivare in prossimità della parete: seguire una traccia che porta direttamente alle rocce. Le prime vie che si incontrano sono: “Zamba” e “Sim”. A parte due a sinistra, la palestra si sviluppa tutta sulla destra. In totale 40 minuti dal parcheggio.


La palestra e la chiodatura.

La roccia della palestra è un ottimo calcare abbastanza lavorato, che permette di usare molto i piedi in aderenza. La morfologia offre un’arrampicata sia su placche appoggiate o verticali sia su strapiombi. L’altezza della parete varia da un minio di 10m ad un massimo di 60m: le vie sono organizzate in tiri lunghi al massimo 30m.
La chiodatura è, in genere, con fix da 10mm abbastanza vicini e perciò le vie risultano sempre sicure. Non mancano, almeno nelle vie più facili, alcuni chiodi da roccia, che testimoniano come la palestra fosse stata utilizzata anche quando non era ancora nata l’arrampicata sportiva…

Tuttavia le soste non sempre sono a prova di bomba, in quanto, altre alle catene con anello, si trovano soste attrezzate con cavetto d’acciaio passato belle clessidre e/o sugli albero. Prima di appendersi è necessario controllare lo stato d’usura del cavetto non esitando a lasciare in loco un proprio cordino. Si spera che anche le soste più vecchie vengano sistemate.
Infine in nome delle vie è scritto in modo chiaro alla base della parete (scritta nera all’interno di un rettangolo bianco).

Le vie.
Ecco una parte delle vie presenti sulla parete, da sinistra a destra:

  1. Scivolo, 6a+, 20m (*)
  2. Ciclamini, L1: 5c, 20m; L2: 5c, 23m (*)
  3. Badarem valley, 6a, 28m (*)
  4. Gufo triste, 6a, 28m (*)
  5. Zamba, L1:5a, 25m; L2: 6a, 25m
  6. Sim, L1: 5c, 25m; L2: 6a, 25m
  7. Orizzonti, L1: 6a+, 20m; L2: 4b, 30m
  8. Orobica, 4a, 16m
  9. Cancro, 6a+, 15m
  10. Hurricane, 6b, 15m
  11. Think pink, 6b, 15m
  12. Puzzle, 6b+, 15m
  13. Estasy, 5c, 18m
  14. Ficcanaso, 6a, 20m
  15. Oasi, 5b, 22m
  16. Aurora, 6a+, 16m
  17. Mississipi, 6b, 22m
  18. Canyon, 6a+, 25m
  19. Scorpione, 6a, 22m
  • ………. altre vie anche a più tiri
  • ………. altre vie anche a più tiri
    1. Asterix, 7a+, 13m
    2. Obelix, L1: 6b+, 15m; L2: 7a, 10m
    3. Capricorno, 7a+, 25m
    4. Spazio infinito, 7b, 16m
    5. Kissmy balles, 6b, 15m

Materiale necessario oltre al tradizionaleLe vie sono state recentemente richiodate a fix. Sono sufficienti 7 coppie e una corda da 50 metri.Caratteristiche dell’arrampicataAccesso, Descrizione Generale
Dal centro di Sorisole oltrepassare la chiesa e continuare dritti fino a che la strada diventa sterrata. Parcheggiare al termine di essa (spiazzo attrezzato per pic-nic) e continuare per sentiero segnalato con bolli rossi. Il sentiero conduce in mezz’ora alla falesia
La falesia ha vie molto difficili e noi ci siamo cimentati su vie di 5c.

                                                              Dal sito itinerari.bergamo.it che ringraziamo